8 Luglio 2015

Lo Spettacolo

SiparioLa Divina Commedia Pocket… in scena!

 

La “Divina commedia Pocket… in scena!” porta in vita, attraverso l’arte del teatro da leggio, i personaggi che si susseguono nel viaggio nell’aldilà: la voce di Dante prende forma e dialoga, con Virgilio si impara, Medusa spaventa, Paolo e Francesca commuovono, Catone induce al rispetto, Piccarda invita alla carità, Cacciaguida dà i giusti consigli come il “nonno” saggio che conosce la vita…

E’ così che col “gioco” della lettura interpretata l’ascolto diventa attivo, la fantasia si accende e consente al ragazzo di “mettere in scena” le passioni, riconoscerle, padroneggiarle, provare a immaginare la propria vita, ma il “gioco” è proposto anche agli adulti, per i quali tuttavia diventa più complesso, più sfaccettato, più duro: è la sfida di riuscire ad insegnare ancora le cose grandi ai più piccoli.zoom_5501175_Musica

Dante protagonista del viaggio nell’aldilà è un vian-dante che riflette e commenta, capisce e impara, soffre, ama, sorride……affinchè si senta la sua voce la recitazione è affidata a due attori, Dante coscienza e Dante viaggiatore: solo così si può “mettere in scena” la sua umanità.

La lettura dei testi è affidata alle voci di Silvia Poletti e Andrea Gherardini, il commento musicale al Maestro Romano Ricca.

 

PROFILI PROFESSIONALI

Silvia PolettiSilvia Poletti ha studiato teatro con il M°, attore e regista Alessandro Marchetti e sotto l’esperta guida della drammaturga Luisella Sala. Nel 2004 ha conseguito il diploma di teatroterapia presso la Scuola Politeama di Milano. Ha partecipato come co- autrice alla pubblicazione di un manuale sulla teatroterapia e sono apparsi diversi suoi pensieri e articoli su riviste di settore e sul sito della scuola. Ha unito questi studi sperimentali e di ricerca a un percorso accademico universitario, laureandosi, col massimo dei voti in Scienze dell’Educazione, all’Università degli Studi di Torino.  Oggi conduce laboratori teatrali nelle scuole di ogni ordine e grado, nelle ludoteche, all’Anffas, nelle Carceri, all’interno di Corsi di Formazione in tutta Italia. Ha partecipato con propri interventi artistici (letture interpretate) a lezioni e convegni. Tra le consulenze letterarie e artistiche si citano le “lezioni d’arte” con: Luigi Battezzato (docente all’Università del Piemonte Orientale), Pierantonio Frare (docente all’Università Cattolica di Milano), Giovanni Reale (filosofo, docente all’Università San Raffaele di Milano), Giuseppe Mari (docente all’Università Cattolica di Milano), Luca Moretto (architetto, docente al Politecnico di Torino), Davide Rondoni e Franco Loi. Ha al suo attivo numerose apparizioni in attività concertistiche in qualità di voce recitante. Sono stati incisi e pubblicati da diverse Case Editrici suoi interventi recitati.

Andrea Gherardini

Laureato preso l’ Università Statale di Milano nella facoltà di lettere e filosofia, Andrea Gherardini inizia la sua attività teatrale prendendo parte a numerosi allestimenti per lo più di carattere brillante. A partire dal 2003 inizia la sua collaborazione con l’ attore/maestro/regista Alessandro Marchetti e la drammaturga e attrice Luisella Sala con i quali mette in scena spettacoli legati alla commedia dell’ arte e autori come Ruzzante, C. Goldoni, J. P. Sartre, L. Pirandello, J. Anhuil, A. P. Cechov, S. Beckett. Successivamente ha messo in scena come regista ed attore le commedie “Tre sull’ altalena” di L. Lunari; “Due dozzine di rose scarlatte” di A. De Benedetti e “Scherzi” di e da A. Cechov (secondo premio come miglior spettacolo città di Ivrea ). Tiene laboratori teatrali presso vari istituti scolastici di ogni ordine e grado. Con gli allievi del Liceo Fermi di Arona ha partecipato al concorso nazionale Umberto Giordano festival città di Crema ed è giunto per due volte alle finali. Recentemente ha messo in scena “Lisistrata”di Aristofane presso il teatro greco antico di Palazzolo Acreide nell’ ambito del festival del teatro antico città di Siracusa. Attualmente è in scena con “Dai diari di Adamo ed Eva” da M.Twain insieme a Silvia Poletti. E’ attivo come voce recitante in premi letterali e format televisivi.

Romano Ricca
Romano Ricca
, pianista, arrangiatore e compositore. Nasce ad Omegna sul lago d’Orta; è figlio d’arte, suo padre infatti era violinista. Inizia a 5 anni a studiare musica ed a suonare il mandolino, cui seguono fisarmonica e pianoforte, il suo grande amore. Forma il suo primo gruppo a 16 anni. A 20 anni diventa professionista e incomincia a girare il mondo con la propria Orchestra. Dal 1974 si esibisce come solista  nei più prestigiosi hotel d’ Europa accompagnando, con il gusto e la sensibilità che lo contraddistinguono, artisti di ogni genere e famosi cantanti con il gusto tra cui Ella Fitzgerald, Dee Dee Bridgewater, Johnny Dorelli, Gianni Morandi, Nilla Pizzi, Tony Dallara. Con Simona Rodano ed Eleonora Simeone ha inciso alcuni dischi. E poiché questa professione non si termina si occupa ancora di arrangiamenti di parti musicali nella realizzazione di CD.

 

PROPOSTE DI LETTURE INTERPRETATE | ESIGENZE TECNICHE E COSTI

Proposta per le scuole:

 

Lettura interpretata

 

1. A UNA VOCE SOLA SENZA MUSICA

–   Spazio scenico: misure minime m. 2×2. Il costo della prestazione Maschereartistica è di 250,00 Euro al netto delle spese. (Costo della ritenuta a titolo di imposta al 20%, in quanto il compenso è di prestazione occasionale non soggetto ad I.V.A. per mancanza del requisito soggettivo di cui agli art. 4-5 del D.P.R. 26.10.72  n. 633 e successive  modifiche e integrazioni). A discrezione del committente per ulteriori costi aggiuntivi da concordare:

–   Impianto luci: bianche, semplici (due faretti) e gelatina colorata blu e rossa

–   Impianto audio: mixer e casse d’amplificazione.

 

2. A DUE VOCI CON ACCOMPAGNAMENTO MUSICALE DAL VIVO

–   Spazio scenico: misure minime m. 6×4. Il costo è di 600,00 Euro al nettoPianoforte delle spese per la prestazione professionale degli artisti. (Costo della ritenuta a titolo di imposta al 20%, in quanto il compenso è di prestazione occasionale non soggetto ad I.V.A. per mancanza del requisito soggettivo di cui agli art. 4-5 del D.P.R. 26.10.72  n. 633 e successive  modifiche e integrazioni). Da valutare in loco la necessità dell’impianto di amplificazione del pianoforte elettrico.

–   Impianto audio: mixer e casse d’amplificazione.

A discrezione del committente per ulteriori costi aggiuntivi da concordare:

–   Impianto luci: bianche, semplici (due faretti) e gelatina colorata blu e rossa

 

3. LETTURA INTERPRETATA

Recitazione interpretata di brani scelti durante la presentazione del testo con le autrici.Il costo della prestazione è coperto da un gettone di presenza da concordare.